• Redazione

ESCLUSIVA: Il nuovo DPCM dal 4 maggio. Cambia poco o nulla. Bar e ristoranti dal 1 giugno.

Conte inizia la sua diretta alle ore 20:20 del 26 aprile 2020 con una frase tra le prime battute: "Se ami l'Italia mantieni le distanze". Il governo monitorerà la curva epidemiologica per evitare un nuovo peggioramento a causa della fine del lockdown.

AGGIORNAMENTO 26 - 04- 2020 ore 21:50

Bisognerà gettare le basi della riapertura del paese nei prossimi mesi ed ogni Italiano dovrà fare la sua parte secondo il presidente Conte.

IL PIANO STRUTTURATO DEL NOSTRO DECRETO, sapendo di dover convivere con il virus. - Fisseranno i prezzi di mercato delle mascherine per garantire la fornitura dei DPI. - Proveranno (così si spera) ad un prossimo provvedimento normativo ad eliminare l'iva. Il prezzo dovrebbe essere attorno a 0,50 per le mascherine chirurgiche.

- RECOVERY FUND Secondo Conte dovrebbe offrire ai paesi più colpiti di riprendersi nel segno della solidarietà. (Ma InVeritas Press lo analizzerà in un altro momento).

- Il ritardo della cassa integrazione in deroga secondo Conte è gran parte colpa delle regioni che sono in ritardo nell'espletamento delle loro mansioni burocratiche.

- La distanza sociale di sicurezza rimarrà sempre di almeno 1 metro.

IL DECRETO:

4 MAGGIO (fino al 18 maggio) - spostamenti all'interno della regione (consentiti ma sempre con autocertificazione per motivi di necessità, salute, o lavorative e si aggiunge la visita ai parenti). - spostamenti mirati solo per far visita a congiunti (con divieto di assembramento e mascherine). - Altre regioni (Con autocertificazione per motivi di salute, lavoro o estrema necessità). - Consentito il rientro in propria abitazione - Con 37.5 di febbre devono avvertire il medico e non uscire di casa. - Consentito accesso a parchi e giardini pubblici a patto che ci sia distanza sociale. E' falcoltà dei sindaci lasciarli chiusi o chiuderli per motivi di sicurezza.

ATTIVITA' SPORTIVA: - Ci si può allontanare per l'attività sportiva a distanza di 2 metri dall'uno all'altro e per attività motoria a distanza di 1 metro. - Consentite le sessioni di allenamento degli atleti riconosciuti dalle rispettive federazioni, ma a porte chiuse senza alcun assembramento.

CERIMONIE FUNEBRI: - consentite con la partecipazione di massimo 15 congiunti possibilmente da celebrarsi all'aperto e con mascherine.

ATTIVITA' COMMERCIALI: - Consentita ristorazione con asporto. Ordinando prima e mettersi in fila rispettando le distanze. Si consumerà il cibo a casa.

ATTIVITA' PRODUTTIVE: - Riapre la manifattura, costruzioni e commercio all'ingrosso funzionale alle costruzioni. Obbligatorio il rispetto di tutti i rigorosi protocolli di lavoro.

AZIENDE DI TRASPORTO: - Rispetto assoluto del protocolli di sicurezza sottoscritto il 24 di aprile

LE REGIONI: Dovranno costantemente informare il governo della curva epidemiologica e del rispetto delle normative e del rispetto dei protocolli.

IN CASO DI SITUAZIONI CRITICHE il governo potrà decidere se chiudere "il rubinetto" riattivando il lockdown.

18 MAGGIO - Riapertura commercio al dettaglio - Riapertura musei, mostre e biblioteche - Allenamenti in campo sportivo a squadre

1 GIUGNO - Riapertura bar, ristorazioni, parrucchieri, centri estetici e massaggio. *in attesa di comunicare i protocolli che dovranno adottare.


Nicola Scillitani

Per InVeritas Press