• Redazione

Hacker filorussi attaccano il sistema informatico italiano: "Vogliamo annientarlo".

Alcuni giorni fa, hacker russi hanno rivendicato vari attacchi ai sistemi informatici italiani. In particolare sono stati colpiti i ministeri ed in particolare quello degli esteri, dell'ambiente, dei beni culturali, dell'istruzione, della difesa, altri siti governativi, il Csm, la Corte dei Conti e l'agenzia delle dogane.



Nelle scorse settimane dopo l'attacco a Eurovision sventato dalla Polizia Postale, gli hacker, avevano dichiarato guerra a dieci paesi tra cui l'Italia.


A rivendicare l'attacco su Telegram, "Legion" un gruppo estremista che vuole liquidare la struttura informativa italiana.