top of page
  • Immagine del redattoreRedazione

Il nuovo Ep "Manna" del gruppo siciliano Cuori Selvaggi

Dopo oltre vent’anni tornano in azione i CUORI SELVAGGI, nome storico del rock siciliano, con un nuovo spettacolare EP di quattro brani intitolato “Manna”. Era dal 1999, dall’uscita dell’album “Dalla Parte del Cielo”, che il gruppo messinese non pubblicava nuove canzoni.



Ora, complice anche il lockdown degli scorsi anni e un’amicizia che il tempo non ha scalfito, ecco quattro brani nuovi di zecca: “Ambedue”, “Manna”, “A Figghia du Pasturi (Libera)”, “Vivide Immagini”. Il minialbum è composto da due tracce in italiano (Ambedue e Vivide Immagini) e due in siciliano (Manna, che contiene una parte rap in italiano e A Figghia du Pasturi, con la partecipazione straordinaria all’organo di Dino Scuderi, ex De Novo e già direttore del musical Jesus Christ Superstar nonché di varie altre opere musicali). Il gruppo è rimasto nella sua composizione storica con Giuseppe Scarcella autore dei testi e cantante, Cristiano Longobardo alle chitarre, Domenico Rossi al basso e Peppe Pullia alla batteria. L’Ep tratta varie tematiche come quelle sentimental-conflittuali in “Ambedue”, col classico dualismo fra cuore e ragione. “Manna” descrizione del fatalismo siciliano che aspetta la liberazione dall’esterno e una sana riflessione sulle potenzialità della Trinacria. “A Figghia du Pasturi (Libera)” parla di una temporanea fuga dalla vita agreste per assaporare una presunta libertà cittadina. Infine “Vivide Immagini”, ballata melodiosa, intimista e sognante, a tratti impressionista, che pennella e colora momenti malinconici e intensi. I quattro brani dell’Ep (Extended playing) “Manna” sono disponibili su Bandcamp e sulle principali piattaforme online (YouTube, iTunes, Spotify, Deezer, Boomplay, ecc.) distribuite da Distrokid. - UN PO’ DI STORIA… - I CUORI SELVAGGI si formano a Messina nel 1992 in un periodo di particolare fermento culturale e musicale della città dello Stretto, prendendo a prestito il nome dal cult movie di David Lynch, “Wild At Heart” (in italiano “Cuore Selvaggio”) con Nicholas Cage protagonista. Piedi ben piantati sull’isola e testa rivolta all’America: il sound del quintetto si muove su queste coordinate con testi in siciliano, italiano e inglese mescolati mirabilmente a un rock di stampo americano (Dylan, Springsteen, CSNY, ecc.) con la chitarra solista che spesso e volentieri prorompe in sonorità hendrixiane. I Cuori Selvaggi si fanno conoscere con i loro demotape - “Storie” del 1993 e “Nel Mezzo di un Mistero” di due anni successivo – e soprattutto con le torride esibizioni dal vivo che fanno della formazione messinese uno dei nomi più seguiti e rispettati in ambito locale. Nel 1996 vincitori del contest-rock a Roma Vibr-Azione, svoltosi insieme a decine di band italiane in un grande pub/capannone nei pressi di Ostia. Anche la stampa nazionale si accorge di loro, fioccano così articoli e recensioni sulle principali testate musicali. Aprono i concerti di gruppi importanti come Quartered Shadows e Prozac+, appaiono in varie rassegne nello stesso cartellone di Lautari, Nuovi Briganti, Subsonica, Carmen Consoli e Mario Venuti, suonano in tour per l’Italia. Diventati un quartetto, nel 1999 pubblicano l’album “Dalla Parte del Cielo”, poi le strade dei musicisti siciliani si dividono, salvo poi rincontrarsi per estemporanee reunion. Nel 2022, dopo oltre vent’anni dalla loro ultima prova discografica, i Cuori Selvaggi rientrano in pista con i quattro nuovi brani dell’EP “Manna”, da ora disponibile sulla loro pagina Bandcamp e su tutte le principali piattaforme online.



Comunicato ricevuto da:

Giuseppe Scarcella




Comments


bottom of page