top of page
  • Immagine del redattoreRedazione

IL SENTIERO DI TAUS “UNA NUOVA UMANITÁ - IL BENE”

IL NUOVO ATTESO SINGOLO




Secondo singolo con Sorry Mom! per Il Sentiero di Taus, band milanese dalle sonorità che pongono le loro radici nella profondità dell'essere umano. "Una nuova umanità - Il Bene", è il primo di due capitoli musicali in cui si descrive la celebrazione della vita da parte del popolo Yezida, in Iraq, seguendo le proprie tradizioni e il proprio credo. Qualcosa di oscuro però sta per arrivare, sconvolgendo il loro pacífico presente. Una storia vera, alla portata di tutti, e proprio per questo devastante. Il progetto nasce a Milano nel 2010, dalle ceneri di un precedente gruppo, da Gennaro Lucio Zinzi voce e Marco de Francesco alla chitarra. Da subito l’obiettivo è quello di raccontare e musicare la storia del popolo Yezida, attraverso i loro testi sacri. Inizialmente il suono è un rock granitico, con sfumature progressive e psichedeliche e, dopo un piccolo demo, qualche concerto e un primo cambio di formazione, si aggiungono Fabrizio Biondi al basso e Claudio Buonfiglio alla batteria con i quali viene autoprodotto nel 2013 il primo album “La Grande Perla”. L’anno seguente il chitarrista Marco de Francesco, abbandona il progetto e al suo posto arriva Tiziano Taccini, col quale il gruppo ottiene un contratto discografico con la Lizard Records di Loris Furlan, che mette in contatto i quattro, con Fabio Zuffanti che diventerà il loro direttore artistico per il successivo album "Macrocosmosi", uscito il 13 Aprile 2018. Questo nuovo lavoro sposta Il Sentiero di Taus su un suono tipicamente progressivo con l’inserto di strumenti etnici, tastiere, mellotron, maggiore enfasi ai testi, sempre incentrati su tematiche religiose Yezide, ma con elementi più introspettivi dell’essere umano. Durante il periodo pandemico, il gruppo si è concentrato sui nuovi pezzi a proseguimento della storia narrata in "Macrocosmosi" e nel 2022 firma un contratto con Sorry Mom!, con la quale, nel 2023, verranno distribuiti i singoli del disco previsto per la fine dell’anno. Il primo è "Pellegrini".




Comentários


bottom of page