top of page
  • Redazione

L'opinione del direttore sul DPCM: "L'ennesimo cambio di rotta di una nave ormai al naufragio".

Di Nicola Scillitani



Caro lettore,

il nuovo DPCM è arrivato. Oggi Conte ha firmato. Non prendetevela con me se dico la parola "nuovo", perché in tal caso, dicasi "nuovo", quando lo scritto deciso, valutato e firmato dal governo, va a sostituirne uno vecchio (precedente), rendendolo nullo. Certo non sarà nuovo, ma forse "lavato con Perlana si". E' l'ennesimo cambio di rotta, di una nave ormai al naufragio, che non ha più una meta. Certo Beppe, mi perdoni l'appellativo simpatico, il nostro premier, si basa su dati quotidiani più o meno veritieri, ed è in base alla linea epidemiologica che ne deriva che egli da buon padre di famiglia, è costretto a fare scelte difficili in nome del popolo italiano. Ma come può cambiare così radicalmente le nostre vite un grafico? Come può farlo un grafico a curve, o meglio detto "andamento a curva di hubbert" che venne ideato da un americano nel 1958?...

Ora non prendiamocela anche con Hubbert, perché la curva che vien fuori, deriva solo dai dati che ci immettiamo. Se scriviamo 5 salirà a 5 e se scriviamo 10 salirà a 10. Tutto dipende da quanto veritieri siano i dati immessi.

Ovviamente la comunità scientifica ed il governo, non possono far altro che lavorare su questi numeri. Numeri che vengono forniti dalla sanità, dalle ASL, dai test che vengono effettuati allo scopo di capire se si è malati o meno. Ma siamo sicuri di sapere davvero trovare il "Corona"? Ne siamo certi? Eppure proprio ieri mi è stato raccontato da un'amica che al terzo tampone era risultata prima positiva, poi negativa, e poi ancora positiva. Non ci credete? "Googlate" sul web e ne troverete un sacco di queste situazioni al paradosso.

Certo Beppe è un giurista. Non è un medico e come spesso lui dice nemmeno un politico. Detiene il potere e a volte ne abusa; ma la nostra cara (non nel senso affettuoso) mega gran commissione di esperti super remunerati cosa sta combinando?...

O certo, durante il lockdown sono stati "utilissimi" nel fornire alle mamme, una guida, su come accudire il proprio bambino in casa, per non fargli pesare la reclusione. Hanno consigliato di fargli fare colazione e a che ora, quali hobby fargli tenere, quando mandarli a nanna, cosa fargli vedere in TV, quali favolette raccontargli, e pure quando portarli a fare la pipì. Certo tutto molto carino, se non fosse che se la notizia avesse avuto una certa risultanza mediatica, alcune mamme vecchio stampo, si sarebbero presentate a Palazzo Chigi, con tanto di mattarello, battipanni, ciabatta, grembiule e bigodini, per insegnare a costoro, che la mamma questo lo sa fare da sempre, e che non c'è bisogno del loro scrupoloso intervento dal valore dell'oro, pagato proprio da loro.

Detto questo, mi chiedo, la super mega commissione (che non ricordo più come l'ho soprannominata sopra), che fine ha fatto in quest'ultimo DPCM?... Non venissero a dirmi che non sanno che dalle 18 il virus circola lo stesso, oppure che circola anche durante Juve - Inter, o che circola a scuola. Il Corona non ha padroni e fa quello che gli pare. Perché tutti a mirar al cuore del piccolo commercio?... A già la colpa è dei giovani che fanno la movida è vero. Però il venerdì al mercato di Portofino ci posso andare e li altro che assembramenti che trovo. Perché usare la mannaia contro il centro estetico?... Mia madre è già alterata che non potrà più andare a curarsi i "calli". Perché chiudere tutto ciò che piace ai giovani?... Mio nipote ha già preso appuntamento nel parco per godersi il film dal titolo "Brucia con ardore il mio caro bidone"...

Forse non era il modo di parlare di questi argomenti in un tono così ironico e forse "stupidotto", ma a volte lo stolto è molto più saggio di chi si ritiene tale e ce lo ricorda ogni quarto d'ora. Questi decreti sono troppo contraddittori. Oh certo, qualcuno adesso mi dirà: "prova a fare tu il premier" oppure "candidati"...

Io allora rispondo: "Caro amico/a, io non ho nessun dovere, perché nulla ricevo, ma uno che prende migliaia di euro, solo per far la commissione, non dovrebbe, ma deve dare, risposte adeguate, anche perché lo pagano tutti gli italiani e pure tu"...

Con questo decreto io mi aspetto nuove saracinesche abbassate ed anche dei suicidi, oppure che arrivi il "Jackie Chan" di turno con la sua offerta che non si può rifiutare $$, e che porterà il nostro commercio a parlare sempre più asiatico, a discapito di tanti nuovi poveri.


E' proprio il caso di canticchiare "io me ne andrei" del buon Baglioni.


Dai rifai quel letto su

Stai sempre a dormire tu, noi

Non ci prendiamo più per niente

Io a volte ho fame, sai

Dio che rabbia che mi fai

Tu, prima l'amore e poi dormire

E stiamo qui




bottom of page