• Redazione

Lina Savonà: travolgente negli anni 70', partecipa a "The Voice Senior" e sorprende.

Lina Savonà, la biondina tutto pepe degli anni 70', è nota come interprete di musica leggera è tornata sul piccolo schermo con la partecipazione a "THE VOICE SENIOR" dove raggiunge la semifinale con il brano "Una ragione di più" cantato in videocall da casa a causa del Coronavirus.


di Nicola Scillitani


Una vera forza della natura, travolgente della voce e nei movimenti felini, cantò brani scritti da Paolo Frescura, Sergio Bardotti, Antonio De Santis, ed arrangiati in buona parte dal maestro Adelmo Musso.


Negli anni ha inciso tre dischi singoli per la casa discografica di Ornella Vanoni, "Vanilla" e due singoli per la Edit Music Italy. Ha anche fatto varie tournée nazionali ed internazionali con Rita Pavone, Patty Pravo ed altri interpreti.


Nata in Sardegna, fin da piccola si trasferisce ad Albissola Marina dove coltiva l'amore per il canto. Viene notata da Alberigo Crocetta che l'ha scritturata per l'etichetta discografica "Vanilla".


Nel 1977 arriva il primo singolo dal titolo "Amarti sempre... amarti mai" con il quale vince la Gondola d'Argento alla Mostra Internazionale di musica leggera a Venezia.

Nel 1978 il suo secondo singolo dal titolo "Maya", brano dance, scritto da Paolo Frescura e suonato dai Goblin, le permette di partecipare al Festivalbar e comparire nella compilation.


Ha partecipato a diverse trasmissioni televisive tra cui "Mille e una luce" e "Domenica In".


Nel 1979 incide un terzo singolo dal titolo "Donna meccanica" lanciato dalla trasmissione "Discoring".


Per un periodo si assenta in parte dalle scene, ma si dedica interamente a varie tournèe con Patty Pravo e Rita Pavone.


Nel 2016 ritorna con una versione Remix del brano "Maya" e nel 2019 interpreta "Ragazzo mio" e nel 2021 prende parte ad un CD di omaggio a Sergio Endrigo, dal titolo "Il giardino di Sergio" dove propone "Non è questo l'addio".


Il videosaluto per InVeritasPress.it:


Foto:


Video: