top of page
  • Redazione

RIBALTAVAPORI: “Bianca” è il nuovo singolo

Un paesaggio domestico in bianco e nero, popolato da una famiglia e dalle sue insaziabili emozioni



E' uscito lunedì 16 gennaio, BIANCA, il nuovo singolo di RIBALTAVAPORI che anticipa l’uscita del disco d’esordio previsto per la primavera del 2023. Nel brano, che vede la produzione artistica di Sesto, Ribaltavapori raffigura una scena squisitamente contemporanea: una famiglia ha appena finito di consumare il pranzo di Natale, in una casa qualunque di una qualunque città italiana. Il padre dispensa sorrisi forzati, tradito dalle mani tremanti; la madre, ossessionata dall’ordine, macchia un tovagliolo col rossetto; la sorella provoca i presenti con durezza, mentre il marito non stacca gli occhi dal cellulare. Scendono fiumi di Chianti ed emozioni come piogge gelate. Fuori, un torpore denso, che non riesce a diradarsi. RIBALTAVAPORI dipinge un paesaggio fantastico con le alte montagne di rabbia e un “non detto” strutturato e solido, che giace sotto una coltre di malinconia: lo fa con parole rapide e suoni morbidi, quasi a significare che in certi momenti non si può far altro che osservare con tenerezza chi amiamo e accettare con benevolenza la ruvidità del suo dolore. Bianca parla di quel che resta del pranzo di Natale. Di quel senso di smarrimento che lascia la tavola quando rimane vuota. Le macchie della tovaglia rappresentano in senso metaforico tutti i problemi irrisolti di una famiglia che si ritrova durante le feste”. Metà sardo, metà catalano, Antonio Uras, in arte RIBALTAVAPORI, porta dentro di sé tutta la grazia delle terre di confine: esattamente come Trieste, città che non gli ha dato i natali ma che lo ospita da diversi anni. Nella sua penna, la terra e il mare, umori come piccole zattere ed emozioni come colline che interrompono la monotonia dei campi, pensieri sospesi sui moli, in bilico su antichi pontoni-gru che si intravedono appena, tra le nebbie del porto. Che abbia scelto di chiamarsi RIBALTAVAPORI non è un caso: questo è il nome che si usa da sempre a Trieste per il latterino (I), un pesce di mare dalla mole piccolissima, povero ma amatissimo, di cui non si scarta nulla. Come nella sua musica. Link: https://spoti.fi/3H8hh5V CREDITI SINGOLO Music and lyrics: Antonio Uras Lyrics: Alessia Mascarin Guitar: Antonio Uras Piano: Antonio Uras Xylophone: Antonio Uras Bass: Francesco Candura Drums: Moreno Buttinar Mastering engineer: Riccardo Carioti Co-producer: Antonio Uras Executive producer: Sesto RIBALTAVAPORI | BIOGRAFIA RIBALTAVAPORI è un progetto musicale nato a Trieste, città la cui ricchezza sta nella diversità, nell’appartenere a diverse identità e provenienze. Allo stesso modo RIBALTAVAPORI non ha la pretesa di rientrare in un unico genere: incarna diverse influenze musicali e non si pone paletti o definizioni, è ampio e corale, “pop” nel vero senso del termine. RIBALTAVAPORI fa un viaggio di mare, non ti anticipa nulla, ti lascia immaginare. RIBALTAVAPORI, alias di Antonio Uras, è un giovane ragazzo di origine metà sarda e metà catalana, nato e cresciuto a Pordenone. Dopo aver militato in vari gruppi nella sua città si prende una pausa dalla musica, fino a quando, una volta trasferitosi a Trieste, acquista una chitarra classica e ricomincia a suonare. Il nome RIBALTAVAPORI è preso in prestito dal dialetto triestino: il termine, composto da due parole italianissime (ribalta e vapori), è utilizzato per indicare i latterini, una specie ittica caratterizzata da dimensioni molto piccole e ampiamente usata nella tradizione culinaria triestina. Il nome del progetto, che fonde due parole già esistenti per formarne una nuova, richiama sicuramente i gusti semplici e un indiscusso amore per il mare, grande fonte di ispirazione per il cantautore. Dopo un EP e la canzone ORMAI È GIOVEDÌ, pubblica il singolo BIANCA, secondo passo verso l’uscita del suo disco d’esordio, previsto per la primavera 2023 e prodotto artisticamente da Sesto. LINK: https://www.facebook.com/ribaltavapori https://www.instagram.com/ribaltavapori/


Comunicato ricevuto da:

Purr Press




bottom of page