• Redazione

Terremoto del 2012 nel reggiano. Rallenta la ricostruzione. Le materie prime oggi costano troppo.

Il 20 maggio 2012 alle 4.04 di notte, la terra tremò a Reggiolo, in provincia di Reggio Emilia. Varie scosse si susseguirono dopo la prima di magnitudo 5.9 della scala Richter.



Ci furono gravi danni strutturali all'intero paese a causa dei tantissimi crolli che fecero scomparire o quasi, scuole, teatri ed edifici.


Ad oggi purtroppo, a distanza di 2 anni le materie prime sarebbero più care e la ricostruzione post sisma rischia di interrompersi.


I lavori già rallentati dalla pandemia ad oggi sono a rischio dell'ennesima frenata. L'obbiettivo dell'amministrazione comunale di Reggiolo è quello di poter riconsegnare ai cittadini un paese ricostruito del tutto entro il 2024.