top of page
  • Immagine del redattoreRedazione

SAMIA annuncia due nuovi concerti

Due nuovi appuntamenti live per SAMIA, artista urban pop romana di origini somale e yemenite da poco uscita con il suo ultimo singolo, “Asfalto” (Leave Music, distr. ADA).

 



Dopo due anni di concerti in Italia e all’estero, anche in apertura a Lazza, Matteo Paolillo, Mara Sattei, Massimo Pericolo, Bresh, Lo Stato Sociale e BigMama, e un EP, "Cadiamo a pezzi" (2023), Samia ha inaugurato il 2024 con “Asfalto”: un brano up-tempo trascinante, con preziosi riferimenti alle sonorità anni ‘90, fatto di chitarre, sax e accattivanti elementi di elettronica, che SAMIA porterà in concerto il 28 marzo a Roma all’Alcazar, esibendosi prima di POPA, e il 13 aprile al CAP10100, dove aprirà le danze di LEZ DANCE, format di culto della scena torinese, uno spazio sicuro che racconta lo spirito e l’energia della comunità queer.

 

I live, prodotti da Leave Music, lanciano in anteprima il tour di SAMIA 2024, realizzato nell’ambito del progetto LAZIOSound - Touring, finanziato dalle Politiche Giovanili della Regione Lazio e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

 

"Asfalto" è un'ode all'indipendenza mentale, emotiva ed economica. Un brano disturbante, dedicato alla potenza della donna e alla sua meravigliosa complessità: il “daddy” descritto da Samia rappresenta quel mondo maschile, altamente stereotipato, che mosso dal narcisismo non vede chi ha di fronte, prende senza dare, consuma e nega. La provocazione e l’ironia sono ancora una volta per Samia strumenti imprescindibili per parlare dei temi che le stanno a cuore, come l’identità, l’autoaffermazione, la consapevolezza, la libertà.


 

Rispetto ad “Asfalto” Samia afferma: Abbiamo superato molti stereotipi ma permane l'idea che l'uomo sia una figura più forte, un sostegno, un punto di riferimento. "Asfalto"  rivendica l’essere donna senza aver bisogno dello sguardo di un uomo o di qualcuno che si prenda cura di noi, perché perfettamente in grado di farlo da sole.

Il brano è stato prodotto da Nemesynth, alias di Francesco Cataldo, con cui  ha realizzato “Fammi respirare”, brano finalista a Sanremo Giovani 2021, “Tutto un fake” (2022) e l'Ep d'esordio "Cadiamo a pezzi" (2023).


CREDITI Testo: Samia Pozzobon Musica: Francesco Cataldo / Samia Pozzobon Producer: NemesynthMix & Master: Pierangelo Ambroselli – Pro Cube

Label: Leave Music Distribuzione: ADA Music ItalyEdizioni: Leave srlGrafica Cover di Stefania Domina, da una foto di Salvatore Puglisi Foto: Salvatore Puglisi

 

SAMIA | BIOGRAFIA Romana, di origini somale e yemenite. Nella sua musica si può percepire la spinta verso la luce, ma allo stesso tempo a conoscere il buio e il fumo che fanno parte della vita.

A ottobre 2021 entra nel roster di Leave Music e pubblica un 45 giri digitale dei brani “Volume Spento” e “Piove”. A dicembre partecipa alla finale di Sanremo Giovani 2021 con il brano “Fammi respirare”, scritto in collaborazione con Francesco Cataldo che ne cura anche gli arrangiamenti e la produzione.

 

All'estero suona a Madrid, Belgrado, Bruxelles e Tirana. In Italia si esibisce in diversi festival e live club italiani, tra cui Indiegeno Fest, Ateneika, Reload Sounds Festival, KeepOn Live Fest, Atlantico Live, Alcazar. Suona come opening act di Lazza, Mara Sattei, Massimo Pericolo, Bresh, Lo Stato Sociale, BigMama, Matteo Paolillo.

A dicembre 2022 esce col singolo “Tutto un fake”, a gennaio 2023 con "Mama": i due brani anticipano l'Ep d'esordio "Cadiamo a pezzi" (20 gennaio).

 

I suoi ultimi singoli, “Woo-Doo” e “Cattiva”, escono nell’autunno del 2023, seguiti a febbraio 2024 da “Asfalto”.

 


Date:

28.03 ROMA - Alcazar

13.04 TORINO - CAP10100






Σχόλια


bottom of page