top of page
  • Redazione

Baby Rom che ha mandato in coma un giovane di Lanciano: "Chi se ne frega. Un italiano di meno".

InVeritas Press aveva raccontato poco tempo fa, quanto avvenuto a Lanciano. Quanto successo ad un giovane aggredito da una baby gang di ragazzini di etnia Roma, finito in coma dopo un pugno in testa ricevuto da un 13enne.



Dopo aver confessato, il più giovane del gruppo, ha scritto sui social: "Non m'importa niente. Un italiano in meno!!!". Qualcuno gli chiede in un commento, se i suoi genitori sapessero della cosa, e lui risponde: "Secondo te. E' logico che lo sanno".

Infatti il tredicenne l'ha detto alla mamma piangendo che ha avvisato il difensore Menicucci.


Nonostante la giovane età di questa gang, si denota una freddezza inaudita. Nessun ripensamento, nessun pentimento. "Morte tua, vita mia" hanno scritto sui social, riferendosi al tentativo di difesa posto dal 18enne oggi in coma e dalle coppie di fidanzati che erano con lui.


Un odio profondo verso gli italiani, che a loro credere, sarebbero artefici dei loro guai, e che avrebbero dovuto far finta di nulla.



Scoprili su Facebook: https://www.facebook.com/Family-Assistance-snc-1316499335064030/

bottom of page